Aloe Vera è solo il nome botanico di una pianta, più precisamente Aloe Vera Barbadensis Miller, (dal nome dello scopritore).

 

Purtroppo si gioca molto sul nome, che però non significa che il prodotto sia di quantità o qualità giusta (o Vera, come si cerca di far credere dal nome) o apporti il beneficio corretto, cioè non significa che in quel prodotto ci sia l'Aloe "guaritrice". E' solo un nome.

Ci sono più di 400 specie di Aloe ed è importante che si sappia. L'Aloe Vera è una di queste specie. E' una qualità di Aloe di facile coltivazione e molto economica da lavorare, ma non per questo la migliore qualità purtroppo.

Intanto c'è da dire che la pianta è molto grande rispetto alle sue sorelle, quindi, al contrario di molte altre specie, una foglia di Aloe Vera può pesare anche 2 kg e mezzo, quindi si estrae una grande quantità di liquido da porre nei prodotti, con un costo in fondo basso.

Essendo la più economica, viene maggiormente pubblicizzata e consente margini di guadagno elevati e minori costi all'acquirente finale, ma i costi sono proporzionati ai minori benefici terapeutici.

Gli studi effettuati sull'Aloe Vera dimostrano ottimi benefici, specialmente cosmetici per le proprietà idratanti, ma i benefici terapeutici sono di gran lunga ridotti, rispetto ad esempio alla "sorella" Aloe Arborescens Miller, in proporzione da 3 a 10, per capirci.

Spesso poi la stessa Aloe Vera, oltre ad essere la "sorella minore" per ritorni terapeutici, viene lavorata e trasformata non sempre al meglio.

Per avere i benefici tipici della pianta, la crescita deve avvenire al sole nel suo habitat ed avere almeno un'età di 7 anni di maturazione (la maggioranza delle aziende produttrici non aspettano questo periodo di tempo, perché è troppo oneroso economicamente).

Al contrario purtroppo la specie Aloe Vera viene fatta spesso crescere in serre italiane fino al raggiungimento di 7-8 centimetri, poi le piantine vengono inviate in Norvegia, Danimarca ed Olanda e poste in serra, dove vengono immerse in acqua per l'idrocoltura, (in genere all'acqua vengono aggiunti gli ormoni e altri prodotti che aiutano la velocizzazione della crescita). Quando le piante tornano in Italia dopo poco tempo sono già alte 1metro, a volte 1 metro e mezzo, ma sono colme di quell'acqua. Non hanno assorbito sole, quindi, ma ormoni.

Per ottenere benefici da un prodotto di Aloe il consumatore deve usare:

a) Aloe Vera cresciuta naturalmente al sole in luoghi di origine, avere l'età giusta ed essere lavorata adeguatamente.

b) Aloe Arborescens Miller, che presenta effetti terapeutici decisamente maggiori. E' importante però che anche questa specie sia estratta da piante di almeno 7 anni, cresciuta naturalmente al sole in luoghi di origine, estratta da foglia fresca (non liofilizzata e poi reidratata!), lavorata adeguatamente.